Negative SEO, link building e altre strategie marketing che puoi imparare dal settore adult.


megabite_negative seo

Per il nostro numero 13, abbiamo scelto di approfondire uno dei temi più citati dagli iscritti alla community: quello della negative SEO. La chiave “negative seo” è la più frequente nel campo “allergie” fra gli iscritti a MegaBite: la domanda che molti si pongono è se la negative SEO esiste davvero e come approcciarla.


Per darvi una risposta strategica, abbiamo scelto di approcciare l’argomento partendo da un settore di nicchia poco convenzionale: abbiamo scelto il mondo dell’adult, che ha registrato i picchi di ricerca più alti durante la pandemia.
In generale, il settore adult è oggetto di molte limitazioni dal punto di vista pubblicitario, motivo per cui le strategie di posizionamento e quelle di negative SEO risultano basilari per avere successo.

ATTIVITA’ SEO E DIVIETI PUBBLICITARI: COSA FARE?

Le piattaforme social più diffuse sul nostro territorio come Facebook (e Instagram), Twitter, e TikTok, proprio come Google e Bing, vietano attività push per armi, gioco d’azzardo, adult e settore farmaceutico ( dedicheremo uno dei prossimi MegaBite proprio a questo tema).
Non potendo essere oggetto di esplicite campagne promozionali, il settore adult sopravvive davvero bene, grazie a professionisti che se ne occupano seguendo una metodologia di pensiero laterale di content marketing, link building e negative seo.
Per raccontarvi qual è la forma mentis di chi fa SEO in settori complessi, siamo riusciti a ottenere un contatto diretto con Nicole ed Elizabeth, le founder e manager de Le Stanze di Madame ( lestanzedimadame.com), uno dei progetti di narrativa erotica più famoso in Italia.

Da questa intervista potrete trarre alcune riflessioni strategiche su
Content Marketing
– Link Building
– Negative Seo

CONTENT MARKETING: STRATEGIE NEL SETTORE ADULT

1) Ciao Elizabeth e Nicole, potete introdurci al mondo de Le Stanze di Madame e spiegarci cosa vuol dire fare content marketing per il settore adult?

Con il nostro progetto Le Stanze di Madame proponiamo racconti erotici per adulti soprattutto orientati a un pubblico femminile. Ci piace l’idea di unire creatività e sensualità per approfondire di volta in volta una storia, un tema o sdoganare alcuni stereotipi culturali. Quando abbiamo deciso come sarebbero dovuti essere i nostri contenuti, abbiamo condiviso in modo molto scrupoloso il nostro tone of voice e la nostra linea editoriale. Ci piace dare spazio alle storie, ai personaggi, alla complessità che può esserci nella sfera erotica. Per noi fare content marketing è significato prima di tutto scegliere e, nello specifico, scegliere cosa non essere. Fin dalla prima pubblicazione abbiamo creduto di poter portare nel mondo adult un modello nuovo, con parole sensuali ma anche gentili. Un mondo, anzi, delle stanze, dove c’è sempre una parità di genere, dove ognuno può sognare.

LINK BUILDING: COME GESTIRLA

2) In pratica cosa vuol dire fare link building nel settore adult?

Tanti siti web negli anni hanno parlato naturalmente di noi, senza bisogno di attività di link building a pagamento. C’è chi ha parlato di noi come miglior sito, chi ci ha inserito negli elenchi, chi ha ripreso dei pezzi delle nostre storie e ci ha linkato. Certamente ci troviamo in un settore molto competitivo e la link building può essere una risorsa incredibile se fatta in modo accurato. Il punto vincente è trovare il giusto equilibrio tra una link building di tipo branded e una con anchor “ottimizzate”.
 Per noi è più funzionale una strategia orientata a potenziare il brand guardando al futuro: negli anni abbiamo visto tanti siti nascere e morire. Cresce soprattutto chi lavora bene sul proprio brand creando un legame di fiducia e intimità con il proprio audience.

megabite negative Seo

LA NEGATIVE SEO ESISTE?

3) Negative Seo: diteci la verità, si tratta solo di una leggenda?

Non è una leggenda, ma non è nemmeno così preoccupante. Ci troviamo in uno dei settori più competitivi, ma al contempo i motori di ricerca sanno riconoscere bene le attività di spam. Anche il nostro sito negli anni è stato colpito da varie ondate di spam, ma non c’è stato bisogno di nessun intervento particolare. Anche su consiglio di vari professionisti non abbiamo fatto nessun disavow per “disconoscere” i link spam. Grazie a strumenti come Google Search Console teniamo periodicamente sotto controllo la situazione.

3 CONSIGLI PER LA TUA STRATEGIA DI DIGITAL MARKETING CHE PUOI IMPARARE DAL MONDO ADULT

4) Quali sono i 3 consigli strategici che ti senti di condividere su questo tema?

A) Il settore adult si suddivide in tante nicchie e ognuna ha le proprie peculiarità. Nel nostro caso il primo suggerimento che vogliamo condividere è l’importanza della ricerca interna: chi naviga deve avere l’opportunità di trovare il racconto migliore a partire da una parola chiave. Per noi  progettare la ricerca è stata un’occasione per studiare quali ricerche vengono fatte e se ci sono delle tematiche che mancano nel nostro sito. Grazie alle ricerche interne dei nostri lettori abbiamo avuto molti spunti su personaggi o storie da trattare: il risultato è che abbiamo intercettato nuovi intenti di ricerca su Google aumentando i visitatori al sito.

B) Il secondo suggerimento è di avere una visione d’insieme e una strategia multicanale: anche se la nostra fonte di traffico principale è Google, negli anni ci siamo timidamente aperte ad altri strumenti: Telegram, per esempio, ma anche campagne molto soft tramite Google Ads ( leggete attentamente le linee guida di Google Ads e fatevi seguire da professionisti navigati se volete intraprendere questa strada) e attività di co-marketing con altri brand per ottenere traffico referral. Ogni canale richiede impegno, ma la community che si viene a creare è più forte e i lettori si appassionano di più.

C) L’ultimo consiglio riguarda i titoli… sì, i titoli, e vi assicuriamo si può applicare a tutti i settori, non solo l’adult. Spesso chi sceglie un titolo per il proprio articolo concentra tutti gli sforzi per trovare una frase a effetto, ma il rischio che si corre è di essere troppo, ehm, astratti e poco chiari sia per Google che per i lettori. Vi facciamo un esempio: se dobbiamo scrivere una bella storia su un ménage à trois, invece di un titolo evocativo come “Chi fa da sè non fa per tre” è preferibile un “Racconto erotico: un intenso ménage à trois”. Liberiamo la nostra fantasia e la nostra espressività nel corpo del testo, ma i titoli meglio semplici, chiari e ottimizzati.

LINK EARNING NEL SETTORE ADULT (E NON SOLO).

5) Qual è la migliore campagna di link earning nel settore adult a tuo parere? 

Infografiche, sondaggi e analisi di dati sono da sempre nel settore adult un modo per ottenere link da riviste, magazine e anche giornali: pensiamo per esempio al famosissimo report annuale di PornHub, che nel settore ha fatto scuola un po’ per tutti. Può essere utile per questo fine affidarsi alla consulenza di web analyst per elaborare i dati raccolti magari grazie a Google Analytics. Altre belle iniziative a volte crescono anche grazie ai gruppi su Facebook: ci sono aziende che tramite dei sondaggi anonimi raccolgono i pensieri di tante persone ed elaborando il tutto in infografiche che diventano facilmente virali. Il tema spesso intimorisce ma crea anche tanta curiosità: se le community vengono coinvolte nel modo giusto la partecipazione è inaspettatamente elevata.

Ringraziamo Elizabeth e Nicole, le founder di Le Stanze di Madame per la disponibilità dimostrata in questa intervista


La riflessione che facciamo a questo punto è “è Possibile applicare le strategie per il settore adult al nostro piano marketing ?”
Per rispondere a questa domanda, vi invitiamo riflettere sul reale investimento aziendale che viene fatto dalla vostra realtà su content marketing e SEO.
Dall’intervista emergono infatti 3 fattori chiave del mondo digitale

  • Ottimizzare. Sempre.
    Prima ottimizzare e poi impressionare.Spesso si cerca il sensazionalismo nel content marketing, dimenticando le reali esigenze degli utenti
  • UX e ricerca.
    Se sono fondamentali nel settore erotico perchè non dovrebbero esserlo nel tuo business? Un sito web, prima di essere bello dovrebbe essere esperienzialmente funzionale. Focalizzarsi sulla ricerca interna al proprio sito web dovrebbe essere prioritario rispetto alla foto della home page o al colore del menù, eppure è una attività spesso ritenuta come secondaria.
  • La negative SEO esiste.
    È un’attività reale che si può subire. Rivolgersi a professionisti qualificati è l’unica soluzione valida. Non deve diventare un blocco per tutte le attività di marketing. Va affrontata e risolta: una strategia di lunga visione, proprio come illustrato da Elizabeth e Nicole, è l’unica via per fare realmente marketing creare un brand anziché una sfilza di link.

Come ti abbiamo già detto nel nostro primo #MegaBite, non ti lasceremo mai con 3 soluzioni cotte e mangiate, né con i 3 segreti definitivi e l’errore invisibile che tutti commettono per fatturare triliardi di paperdollari.

Qualunque sia il nostro business, dobbiamo essere in grado di vedere oltre il nostro mercato di riferimento per arricchire la nostra strategia. Sperimentare e innovare, anche  imparando dall’adult marketing, può essere l’occasione giusta per rileggere le proprie strategie sotto una nuova luce.


Ti lasciamo anche questa volta con  3 domande per rileggere con occhi nuovi, secondo la formula del vuja de, le strategie che stai applicando o hai intenzione di applicare al futuro del tuo brand.

Alla luce di quanto letto:

  1. Ritieni che la ricerca interna del tuo sito web sia stata ottimizzata sulla base delle ricerche dei tuoi utenti?
  2. Quali sono i 3 limiti principali che vedi nella realizzazione di una campagna di link earning per il tuo brand?
  3. Quali sono gli obiettivi che la tua azienda ha assegnato al content marketing e quali realmente sono raggiungibili senza una campagna di link building?

Alla luce di quanto condiviso, speriamo davvero di avervi dato elementi sufficienti per riflettere su negative SEO, link building e content marketing


Se volete condividere con noi le vostre riflessioni su negative SEO, linkbuilding e content marketing, potete  inviarci un DM o taggarci su

Twitter: @Magilla_Agency

Instagram: @Magilla.Agency

Facebook: @Magilla.Agency

LinkedIn: @Magilla.Agency

per raccontarcelo.

Raccoglieremo e analizzeremo tutti i feedback per le prossime uscite di MegaBite.


Sei interessato a internazionalizzare il tuo business sul mercato cinese? Iscriviti al nostro primo webinar gratuito realizzato in esclusiva con Value China, i partner di WeChat.

Il webinar “Alla scoperta dei trend del mercato cinese” si terrà mercoledì 17 giugno alle ore 15.00. La disponibilità è limitata.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente al webinar : https://bit.ly/webinar-trend-mercato-cinese

Articoli correlati
Content Creation Mobile First

Content Creation Mobile First

PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

Marketing + Advertising + Technology = MAdTech

Marketing + Advertising + Technology = MAdTech

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    1
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 13.500
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing