Spotify e la nuova offerta adv sui podcast, Twitch fa pace con la musica, la boutade della chiusura di Facebook e Instagram, Sanremo da record su TikTok

Spotify amplia l’offerta adv sui podcast Original & Exclusive in Italia

Crescita continua ed esponenziale per l’audio entertainment nel mondo. Secondo una ricerca di eMarketer, podcast, audiolibri e audio series arriveranno a sfiorare entro il 2024 i 500 milioni di fruitori. E l’Italia è tra i paesi che hanno mostrato la crescita più forte nell’offerta e nell’ascolto di podcast (11 milioni di ascoltatori mensili).

Dati i numeri elencati, non sorprende la scelta di Spotify di annunciare in questi giorni l’ampliamento della sua offerta di advertising nei podcast. Con la nuova offerta title-by-title, in Italia brand e inserzionisti potranno inserire i propri annunci nei podcast Spotify Original & Exclusive, con anche la possibilità di avere gli annunci adv letti direttamente dai creator degli stessi podcast.

Gli annunci potranno essere trasmessi direttamente attraverso Streaming Ad Insertion (SAI), la suite di strumenti di marketing di Spotify che mette a disposizione delle aziende un alto livello di qualità degli annunci podcast tradizionali insieme ad un’elevata precisione di tracciamento e misurazione delle performance.

Twitch fa pace (finalmente!) con l’industria discografica

Se il successo di Twitch è noto, le sue problematiche dovute al copyright musicale no. Diversi sono stati i casi di streamer che hanno utilizzato brani coperti da copyright, andando incontro a contenziosi di natura legale. Tutto questo ha messo più volte in imbarazzo l’azienda di proprietà Amazon, che ha così deciso di stringere un accordo con Merlin, realtà indipendente del panorama musicale mondiale.

In questo contesto, gli artisti di Merlin potranno sfruttare al meglio Twitch e portare sempre più nuovi brani musicali sulla piattaforma. Per farla breve, si tratta di un accordo che mira a fornire benefici a entrambe le parti.

Per chi fosse all’oscuro di cosa sia Merlin, ricordiamo che tale azienda rappresenta decine di migliaia di etichette indipendenti provenienti da tutto il globo, tra cui:

  • Anjunabeats
  • MNRK Music Group
  • Epitaph Records
  • Secret City
  • Sub Pop

Zuckerbexit: Facebook e Instagram sono davvero a rischio in Europa?

Scenario surreale, quello che si è profilato in settimana dopo le dichiarazione del CEO di Meta riguardo una possibile chiusura in Europa di due dei social network tra i più popolari del pianeta. Le motivazioni sono riconducibili alla revisione degli accordi bilaterali in scambio dati tra USA ed Europa e relativo stazionamento. Conseguenza, questa, della sentenza Schrems in Corte Europea. 

La risposta della Commissione UE a quella che sembra una vera e propria provocazione di Meta non si è fatta attendere. Tramite il suo portavoce, Eric Mamer, la Commissione UE ha di fatto lanciato due messaggi: 1) ogni sua legislazione tiene conto dei valori comuni, degli interessi dei consumatori e dei cittadini; 2) nella definizione dei suoi regolamenti la Commissione agisce autonomamente rispetto ai punti di vista espressi dagli operatori economici.

Per quanto ci riguarda, il succo della vicenda è questo: in Meta sono sicuramente preoccupati di quanto sta succedendo in Europa in chiave gestione dei dati, ma credere che i piani alti abbiano davvero intenzione di lasciare questo mercato è troppo. Anche perché per Zuckerberg sarebbe una specie di incredibile autogol, considerato che nel quarto trimestre del 2021 circa 309 milioni di persone in Europa hanno utilizzato Facebook quotidianamente. E non sono mica due gatti!

Sanremo conquista TikTok a suon di numeri

Un Sanremo 2022 da record: numeri altissimi in tv e sul web, ma soprattutto su TikTok. La piattaforma ha praticamente lavorato da catalizzatore per i numerosi trend che la kermesse della Rai ha prodotto fra musica e intrattenimento.

TikTok, e non ci meraviglia, è stato il social network in cui i performer del Festival hanno interagito maggiormente con il loro pubblico, a volte riversando in gara quello che avevano sperimentato sul web (vedi Fantasanremo, argomento trattato tra l’altro nell’ultimo numero di Read&Go).

Ma veniamo al dunque: gli hashtag #DietroLeQuinte e #Sanremo2022 hanno prodotto rispettivamente 740 e 703 milioni di visualizzazioni, più del 6500% rispetto alla settimana precedente. Il dato interessante, però, rimane in primis il 98% di visualizzazioni in più rispetto al Festival di Sanremo 2021.

Un successo, quello di Sanremo, ottenuto non solo grazie agli artisti che sono riusciti ad andare oltre la sacralità del palco più famoso della tv italiana, ma anche grazie all’intrattenimento satellite del Festival. Stasera Sanremo?, il programma condotto dai The Jackal, ha per esempio raccolto oltre 250 mila visualizzazioni grazie anche alla presenza di ospiti, vip e alcuni cantanti in gara.  

Menzionando i filtri, il Pagellone (che permetteva di trasformarsi in giudici e di votare canzone, interpretazione e look dei performer, assegnando da 1 a 5 fiori) è stato utilizzato in oltre 7.000 video.

Infine possiamo non parlare della Top 5 dei cantanti su TikTok

  • Mahmood e Blanco stravincono anche qui con 38.400 video prodotti con Brividi (e il relativo hashtag che ha generato oltre 200 milioni di view)
  • Ana Mena si classifica al secondo posto con 15.700 video focalizzati soprattutto sulla coreografia collegata al suo brano Duecentomila ore
  • La Rappresentante di Lista con Ciao Ciao si piazza al terzo posto con oltre 9.000 video prodotti
  • Irama con Ovunque Sarai è quarto con circa 5.800 video prodotti
  • Sangiovanni con Farfalle chiude la top 5 con 2.400 video prodotti

Ti aspettiamo venerdì prossimo per il quinto numero di Read&Go: le hot news della settimana che si leggono nel tempo di una hit!


Stefano Barbaro

Content Manager & Podcast Specialist di Magilla, speaker radio, aspirante editor e tutto ciò che non so di essere.

Articoli correlati
Smart Working, Infodemia e Resilienza: il marketing e le parole della pandemia

Smart Working, Infodemia e Resilienza: il marketing e le parole della pandemia

Come destreggiarsi nella scelta degli influencer evitando le truffe

Come destreggiarsi nella scelta degli influencer evitando le truffe

Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 12.000
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing