Elon Musk compra Twitter e annuncia importanti cambiamenti, Meta apre il primo store fisico dedicato al Metaverso, TikTok sarà partner dell’Eurovision Song Contest, La Russia multa Facebook e TikTok per propaganda LGBT

Elon Musk compra Twitter e cambia tutto? 

La notizia che l’imprenditore più controverso degli ultimi tempi (e più ricco del mondo) ha acquistato Twitter per 44 miliardi di dollari è ormai di dominio pubblico. Le conseguenze di questo passo storico però sono ancora in discussione. Lo stesso Elon Musk non ha rilasciato news in tema, se non sporadici tweet che a volte rasentano il trolling.

Dalle poche fonti a disposizione, sappiamo che Elon Musk voglia rifondare la piattaforma da zero. Egli ritiene Twitter essenziale al dibattito pubblico, arrivando persino a menzionare il Primo emendamento della Costituzione americana. Nei suoi post scrive di free speech, ergo più “risse”, riferendosi al fatto che le attuali politiche di moderazione dei contenuti possono essere alleggerite. D’altronde, la situazione sembra volgere verso un controllo scrupoloso dell’identità: Musk ha letteralmente indetto una guerra ai bot e, di conseguenza, si muove nei confronti di un’identificazione di profili massiccia. È lecito quindi aspettarsi qualche tentativo di identificazione all’entrata: una specie di people detector digitale.

La community di Twitter si è dimostrata scettica a riguardo, minacciando spesso di abbandonare la piattaforma. Tra le varie preoccupazioni c’è quella di un reintegro dell’ex POTUS Donald Trump e dei suoi fan più “accaniti”, cioè la riabilitazione di un pensiero che tende all’estrema destra statunitense (vedi l’assalto a Capitol Hill nel 2021). 

Musk ha chiaramente negato questo punto di vista, scrivendo che free speech non significa no rules, ma un modo moderno di intendere l’agorà social e riprodurre un dibattito concreto. L’algoritmo di Twitter è stato spesso criticato per la sua capacità di aggregare solo contenuti affini alle preferenze dell’utente, inaridendo quindi l’obiettività. Ci si aspetta una rivoluzione in tema.

Meta apre il primo store fisico per il metaverso

Per entrare nel Metaverso servono dei portali di accesso, come fossimo in Stargate. Sembra proprio che Meta abbia pensato a questo prima di lanciarsi definitivamente nel retail. Dopo colossi come Google, Amazon, Microsoft che estendono la loro rete di store in tutto il mondo, anche Meta ha deciso di aprire il suo primo negozio fisico. Succede a Burlingame, California, proprio vicino ai Meta Reality Labs.

Lo store ha un concept minimal, costruito con una serie di pannelli in legno ed illuminazione integrata. Un aspetto totalmente innovativo che fa appunto da checkpoint all’esperienza metaverso. Al suo interno sarà possibile provare ed acquistare gli strumenti hardware di Meta, tra cui i Portal, il visore Quest 2VR e gli occhiali da sole costruiti in collaborazione con Ray-Ban.

Le dimensioni dello store sono molto ridotte rispetto agli omologhi, circa 140 metri quadrati. Meta però spiega che il negozio è pensato volutamente piccolo per coinvolgere al meglio l’utente, proponendo un’esperienza avvolgente e immersiva. Insomma, un piccolo portale per entrare in un mondo infinitamente futuribile.

TikTok è l’entertainment partner dell’Eurovision 2022

TikTok ha messo lo zampino anche sull’Eurovision Song Contest 2022 che si terrà in Italia. L’evento musicale più guardato, amato e celebrato in Europa sarà sponsorizzato dal social network di proprietà ByteDance. Ma cosa comporta questa partnership così importante?

In poche parole, TikTok dedicherà un’intera programmazione all’evento producendo playlist video e musicali, contenuti esclusivi, entrerà insomma dietro le quinte dell’ESC 2022 con i propri content creator. Grazie infatti a questa produzione, i fan potranno estendere l’esperienza su TikTok ed entrare nel mondo della musica in una posizione privilegiata.

Le feature non finiscono qui. Sulla piattaforma, infatti, sarà possibile seguire le due semifinali e il gran finale in diretta: queste live saranno arricchite di contenuti direttamente dal backstage e le canzoni verranno caricate in tempo reale nella sezione Suoni di TikTok, per vivere un’esperienza multimediale.

Nell’attesa che il contest abbia inizio, è già partito l’hashtag #Eurovision2022 dove gli artisti sveleranno la preparazione delle loro performance, mentre i fan potranno dilettarsi in balletti e canti a tema Eurovision. Appuntamento quindi al 10 maggio per la prima serata.

Mosca multa Meta e TikTok per la loro propaganda LGBT

In Russia, le aziende digitali sono sottoposte a controlli piuttosto rigidi e i grandi colossi social non fanno differenza. È il caso di Meta e TikTok, multati per non aver cancellato contenuti che, a detta delle politiche governative, sono stati definiti come “propaganda LGBT”.

Queste singolari prese di posizione da parte di Mosca non appartengono solo al presente. Come però dimostrato dalle ultime due sentenze, il dibattito sembra essersi amplificato dall’inizio della guerra in Ucraina. La relazione fra due argomenti così apparentemente lontani deriva da un potenziamento della censura mediatica che il popolo russo (e non solo) sta affrontando da ormai tre mesi.

La prima condanna per Meta viene dal tribunale di Taganskij, Mosca. La società di Zuckerberg è stata accusata di favorire la “propaganda LGBT” sulle sue piattaforme. Stesso discorso per TikTok: il social network cinese è stato condannato seguendo una sentenza del 2013, con la quale il governo russo ha trovato modo di mettere al bando qualsiasi tipo di manifestazione LGBT. Tuttavia, non è chiaro in dettaglio a quali contenuti pericolosi si riferiscano gli inquirenti. È stato solo specificato che questi siano dannosi per i minori e contrari alla linea varata dal Cremlino.

Il costo della multa si aggira intorno ai quattro milioni di rubli (circa 50.000€), superiore a quella di TikTok che invece è stata multata per due milioni di rubli. Cifre non significative, ma piuttosto singolari per la mole degli interessi sulle parti.

Siamo giunti alla fine. L’appuntamento è per venerdì prossimo con il 16° numero di Read&Go, il magazine più easy che ci sia… e powered by Magilla.


Stefano Barbaro

Content Manager & Podcast Specialist di Magilla, speaker radio, aspirante editor e tutto ciò che non so di essere.

Articoli correlati

Negative SEO, link building e altre strategie marketing che puoi imparare dal settore adult.

PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

Perché senza fidelizzazione il tuo e-Commerce  affonda.

Perché senza fidelizzazione il tuo e-Commerce affonda.

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 12.000
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing