Spotify apre Brand Lift anche in Italia, la Serie A nel metaverso con Milan-Fiorentina, Facebook chiude con i podcast, l’OIES scopre che i gamer sono cryptolover

Spotify Brand Lift apre in Italia e migliora l’audio adv

Spotify Brand Lift esce finalmente dalla fase beta e si prepara a diventare la rivoluzione del colosso musicale svedese in tema advertising. Brand Lift è lo strumento di misurazione dell’impatto pubblicitario su piattaforma, che permette agli inserzionisti di comprendere in modo più semplice la risposta degli utenti alla promozione dei prodotti. 

Una delle cause per cui molti brand non utilizzavano ancora l’audio advertising, era proprio l’assenza di un mezzo che permettesse di giustificare i propri investimenti. A partire da questo maggio, Brand Lift sarà disponibile per ogni tipo di inserzionista in Italia come in altri 14 paesi del mondo. Ma come funziona in breve?

Dopo le valutazioni esterne di ogni inserzionista e una volta lanciata la campagna adv, la piattaforma suddivide il pubblico del brand in due gruppi: uno vede gli annunci, l’altro no. Dopo 48 ore dall’esposizione o non, Spotify propone un sondaggio ad entrambi i gruppi. Alla fine della campagna, lo strumento somma le risposte e ne ricava un risultato univoco, determinando l’impatto sulle misure legate al brand come consideration, awareness e recall.

La Serie A entra per prima nel metaverso 

La Serie A si fa pioniera del calcio nel metaverso. Domenica 1 maggio ha infatti autorizzato la messa in onda della prima partita di calcio nel metaverso: Milan-Fiorentina, trasmessa online sulla suite The Nemesis. L’area di competenza per sperimentare questo nuovo modo di fruizione del calcio comprende Medio Oriente e Nord Africa (MENA).

A rendere possibile questo è stata la partnership di Lega Serie A con Tim, ConsenSys e The Nemesis, che hanno unito gli obiettivi per proporre una potenziale innovazione di frattura nel mondo dei media sportivi. È stata scelta l’area MENA perché densa di un target ideale come la generazione Z e perché particolarmente avvezza alle novità a riguardo.

Continua così il percorso di aggiornamento digital della Serie A, partito con l’emissione di NFT nel maggio 2021 e proseguito con l’organizzazione e apertura dell’International Broadcasting Centre di Lissone (casa degli hardware e nuove infrastrutture digitali della massima serie calcistica italiana). 

Facebook chiude la sezione podcast e Soundbites

Il colosso di proprietà Meta sembra aver perso una scommessa per quel che riguarda il mondo dell’audio entertainment. Facebook ha deciso di chiudere la sezione podcast, aperta in modo sperimentale poco più di un anno fa. A partire dal 3 giugno, infatti, saranno rimossi tutti i contenuti audio esistenti. Da questa settimana, invece, non sarà più consentito ai creators la produzione di nuovi. 

Stando al rapporto di Bloomberg, Facebook ha deciso di chiudere anche Soundbites: una suite che rimanda alle funzionalità di TikTok in tema audio, favorendo la produzione e condivisione di brevi contenuti sonori nel feed. Non si conosce la data effettiva di chiusura, ma i portavoce di Facebook hanno parlato di stop nelle prossime settimane.

Il social network di Zuckerberg non avviserà gli utenti a riguardo, ma lascerà che i singoli publisher lo comunichino agli utenti in modo proprio. Live Audio Rooms (il corrispettivo di ClubHouse su Facebook) sarà accorpato a Facebook Live, quindi non sarà una sezione a sé stante. Da queste mosse pare chiaro che gli obiettivi di Meta siano altri, soprattutto per quel che riguarda lo sviluppo repentino del metaverso.

I gamer italiani sono anche cryptolover: il rapporto OIES-SOPRISM

L’Osservatorio Italiano Esports ha rilasciato uno studio che riporta una stretta connessione fra gamer e cryptovalute. Appassionati e giocatori di eSports, infatti, sembrano essere molto interessati all’universo crypto. In questo tema, il rapporto OIES in collaborazione con SOPRISM ha rivelato una vera e propria identità dei gamer amanti di crypto e blockchain. 

SOPRISM è la start-up belga che ha come obiettivo l’analisi di target interessati a questi universi digitali, confrontandoli con un pubblico che riguarda tutta la popolazione italiana presente su Facebook, Instagram e Messenger. I risultati di questi dati sono molto utili per le aziende che ricercano profili del genere, sia come consumatori che come coadiuvanti per il proprio brand.  

Fra i primi numeri che saltano all’occhio, ci sono quelli che determinano il gap di interesse per l’universo crypto tra un gamer italiano e la popolazione generale: il 18,3% dei gamer è attento alla crypto piuttosto che il 5,2% degli italiani. Oltre a questo, la differenza sta in tutto ciò che riguarda i digital wallet e la digital currency. Il gamer italiano avvezzo alle crypto ha un’età fra i 18 e 44 anni, un livello di istruzione medio-alto (non è contemplato se frequenti l’università o meno) e comunica soprattutto attraverso Instagram

It’s Friday again! Per gli altri incredibili sviluppi del mondo digital, resta in contatto con noi. Il prossimo e scottante Read&Go powered by Magilla è tra soli sette giorni!


Stefano Barbaro

Content Manager & Podcast Specialist di Magilla, speaker radio, aspirante editor e tutto ciò che non so di essere.

Articoli correlati
PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

PROGETTAZIONE DIGITALE: IL SEGRETO È LA CONTAMINAZIONE

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 12.000
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing