Nutella batte Facebook nella classifica dei ricchi, le news di Twitter dopo l’arrivo di Musk, Telegram e i post a pagamento, TikTok entra nel mondo dei videogames

Nutella batte Facebook nella classifica dei più ricchi

Qual è l’imprenditore più ricco del mondo? Chiunque risponderebbe Mark Zuckerberg e invece… Nutella batte Facebook!

Secondo il Bloomberg Billionaires Index, Giovanni Ferrero, il miliardario italiano che controlla il 75% del gruppo Ferrero e il 100% del gruppo CTH Invest, ha superato il CEO di Meta nella classifica dei 500 uomini più ricchi della terra, scalando la classifica fino al 27° posto, con una ricchezza pari a ben 38,6 miliardi di dollari.

Pare che Zuckerberg, infatti, sia sceso al 28° posto con “soli” 36,1 miliardi di dollari nel portafoglio, uscendo ufficialmente dalla top ten degli uomini più ricchi al mondo, un club esclusivo che fino ad oggi non aveva mai abbandonato. La notizia conferma i recenti scivoloni del gruppo Meta, che gli hanno fatto perdere quasi 90 miliardi in un anno.

Il gradino più alto del podio è di Elon Musk, visionario fondatore di Tesla da poco owner di Twitter, con un portafoglio di ben 203 miliardi di dollari, seguito da Bernard Arnaul, detentore di circa i due terzi del mercato della moda e del lusso di tutto il mondo e Jeff Bezos, che con 126 miliardi supera anche il miliardario Bill Gates.

Ma Ferrero non è l’unico italiano presente in questa classifica d’oro (in tutti i sensi…): al 162° posto c’è infatti Paolo Rocca, patron di Tenaris, e al 352° il nostro Silvio Berlusconi. Chiudiamo il cerchio con Giorgio Armani, al 471° con 4,8 miliardi di dollari, e Miuccia Prada al 478°, con 4,7 miliardi.

In ogni caso, dopo questa invidiabile rassegna, almeno una cosa è certa. Alla famosa domanda retorica “Che mondo sarebbe senza Nutella?” la risposta è una sola: senza Ferrero come l’uomo più ricco del mondo!

Twitter dopo l’arrivo di Elon Musk

Nelle puntate precedenti abbiamo avuto modo di assistere a un tira e molla continuo, ma finalmente possiamo dirlo a gran voce: Elon Musk è il nuovo CEO di Twitter!

Cosa è cambiato e cambierà dopo il suo arrivo? A quanto pare tantissime cose.

Innanzitutto l’imprenditore miliardario ha già licenziato diversi dirigenti, per poi sciogliere completamente il Consiglio d’Amministrazione e nominare se stesso come unico membro. Pare che si tratti di una decisione temporanea, ma nel frattempo (essendo amministratore delegato della società) deciderà in autonomia tutte le strategie di Twitter.

Le sorprese non finiscono qui: per avere il sistema di certificazione che garantisce l’autenticità di un account su Twitter, il cosiddetto blue tick, Elon Musk intendeva far pagare ben 20 dollari al mese, contro gli attuali 4,99 dollari. Questa novità ha smosso anche Stephen King: «Venti dollari al mese per tenere il mio blue check?» ha scritto in un tweet rivolto ai suoi 6,9 milioni di follower «Sono loro che dovrebbero pagare me. Se lo fanno davvero me ne vado». E così Elon Musk ha rilanciato sulla somma: «Che ne diresti di 8 dollari?», offrendo agli abbonati la possibilità di postare video e audio lunghi.

Infine la Sec ha comunicato che a partire dall’8 novembre Twitter sarà fuori dalla Borsa di New York, ma questo non sta fermando Elon Musk dal prendere decisioni azzardate come il voler licenziare il 25% dei dipendenti (come da alcune indiscrezioni pubblicate da quotidiani come “Il Washington Post“).

Abbiamo la vaga impressione che questa storia ci farà parlare (e scrivere) ancora per mooolto tempo!

Su Telegram arrivano i post a pagamento ed è subito OnlyFans

Anche questa settimana non mancherà un accenno sugli aggiornamenti delle App che utilizziamo di più: oggi è il turno di Telegram, che pare essere a un passo dall’introduzione di un nuovo tool che darà modo ai content creator di incrementare i loro guadagni.

Clicca, paga e visualizza: sarà questa la nuova funzione che l’app di messaggistica sta man mano inserendo nella sua piattaforma!

È da un po’ che l’app di Pavel Durov sta studiando dei metodi di monetizzazione: si pensi alla creazione di Telegram Premium con cui sbloccare nuove funzionalità o all’inserimento degli annunci pubblicitari nei canali pubblici. Poi si è parlato molto della decisione di mettere all’asta gli username più desiderati, ma con grande probabilità questa news potrebbe rivelarsi quella più controversa.

Torniamo a noi: i post a pagamento! A mettere la pulce nell’orecchio è stato l’analista e consulente social Matt Navarra attraverso un post su Twitter con degli screenshot che mostrano indicativamente la direzione verso cui si starebbe muovendo Telegram.

In sostanza i creator che diffondono i loro contenuti su Telegram potrebbero decidere di approvare l’accesso a determinati post solo dietro corrispettivo economico, ma al momento le informazioni disponibili sono pochissime, incluso il prezzo di tale servizio. Sappiamo solo che si tratta di una dinamica molto simile a quella di OnlyFans, dove il creator ha una bacheca in cui decidere se pubblicare post liberi per tutti o visualizzabili sotto previo pagamento (e qui entra in gioco anche la similitudine con gli abbonamenti di YouTube Premium).

Non vediamo l’ora di scoprire cosa ne sarà di Telegram!

TikTok entrerà nel mondo dei videogames?

Ti stavi proprio chiedendo: chissà qual è l’ultima su TikTok? Te la spoileriamo noi!

Il social cinese di proprietà ByteDance pare essere pronto a lanciarsi nel mondo dei videogames: è quanto rivelato da un rapporto del Financial Times. Infatti, secondo il quotidiano britannico, TikTok lancerà presto un canale dedicato ai giochi all’interno dell’app.

A quanto pare si potrà accedere ai giochi tramite un pulsante nella home che aprirà le porte a una serie di giochi per dispositivi mobili in cui è possibile pubblicare annunci e gli utenti possono pagare per contenuti aggiuntivi.

Quella del gaming è una delle industrie dell’intrattenimento più redditizie. Infatti, secondo i più recenti dati di Statista, si tratta di un mercato che nel 2027 varrà oltre 221 miliardi di dollari, rispetto agli attuali 152 miliardi.

Poi non dimentichiamo che TikTok ha già una partnership con Zynga, il produttore di titoli di gioco come High Heels!, diventati estremamente popolari proprio grazie ai post virali della piattaforma cinese. E non solo: l’app di video brevi ha più di 10 partner di gioco tra cui Voodoo, Aim Lab e Matchingham Games.

Ormai nessuno potrà fermare TikTok!

Per questa settimana è tutto, ti diamo appuntamento a venerdì prossimo con il nuovo numero di Read&Go!


Linda Colella

Content & Community Manager

Articoli correlati
Fase 2 e comunicazione: quali scenari si prospettano? La nostra tavola rotonda per (ri)avvicinare brand e utenti

Fase 2 e comunicazione: quali scenari si prospettano? La nostra tavola rotonda per (ri)avvicinare brand e utenti

Come destreggiarsi nella scelta degli influencer evitando le truffe

Come destreggiarsi nella scelta degli influencer evitando le truffe

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    1
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 12.000
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing