Il record del post Instagram di Messi, Elon Musk si dimette con CEO di Twitter, Instagram sfoggia le ultime novità del 2022 e TikTok svela cosa c’è dietro il suo algoritmo

Il post di Messi batte il record di like su Instagram

I Mondiali sono finiti, l’anno volge al termine e possiamo tirare le somme di uno degli eventi più seguiti degli ultimi mesi. Sì ok, l’Argentina ha vinto sulla Francia in un match tanto coinvolgente quanto stupefacente aggiudicandosi il titolo di Campione del Mondo non prima dei rigori che hanno fatto sudare anche chi di calcio non se ne intende, ma… Ciò di cui vogliamo parlare è il record del post Instagram di Leo Messi!

Si tratta del primo post che il calciatore ha condiviso dopo la vittoria ed è bastata una foto con la Coppa del Mondo in mano per superare i 70 milioni di like e battere il record di like di tutta la storia di Instagram!

Prima di Leo Messi, il record era detenuto dall’immagine di un uovo dell’account World_record_egg (con oltre 57 milioni di mi piace) condivisa proprio con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di like della storia del social di proprietà Meta. Come emerge dalla descrizione del post «Stabiliamo insieme un record mondiale e otteniamo il post più apprezzato su Instagram. Battendo l’attuale record mondiale detenuto da Kylie Jenner (18 milioni)!» e così è stato.

Chi c’è dietro il profilo verificato dell’#EggGang? Il pubblicitario Chris Godfrey, che nel 2019 voleva – appunto – semplicemente superare i like di uno scatto dell’ex coppia Kylie Jenner-Travis Scott. Fun fact di tutta questa storia: il profilo World_record_egg si è congratulato con Messi attraverso delle stories e subito dopo sono tornati altri like al solito post superando i 58 milioni, ma ormai la foto del Campione del Mondo è troppo in alto per essere raggiunta!

Chi c’è al terzo posto di questa classifica? Niente popo di meno che il collega Cristiano Ronaldo, il primo ad essersi “quasi” avvicinato all’#Egg Gang con un post da oltre 42 milioni di like, che lo vedeva protagonista proprio con Messi, per una campagna di Louis Vuitton!

Poteva Mark Zuckerberg sottrarsi dal commentare questo evento? Assolutamente no, così ha pubblicato un post per confermare il record di Leo Messi e dichiarando che «WhatsApp ha anche raggiunto un record di 25 milioni di messaggi al secondo durante la finale»!

È proprio il caso di dire che questi Mondiali sono stati d’oro non solo per l’Argentina, ma anche per Meta!

Elon Musk è stato “licenziato” da Twitter

Qualcuno ha detto Beautiful? Sì, stiamo di nuovo parlando di Twitter, o meglio di Elon Musk!

Non sono necessarie presentazioni sulla questione Twitter, abbiamo ampiamente parlato miliardi di volte di quanto Elon Musk cambi idea ogni 10 minuti e di come le sorti del social che cinguetta sembrano appese a un filo da quando c’è stato questo cambio di gestione.

Ma questa volta (forse) è diverso e tutto è iniziato con un semplice sondaggio. Andiamo per gradi!

Il 16 dicembre il patron Tesla aveva lanciato un sondaggio per chiedere ai suoi 122 milioni di follower se ripristinare o meno gli account di diversi giornalisti sospesi per aver parlato dei voli del suo jet privato. Tra i vari sospesi ricordiamo i reporter di Cnn, The New York Times e The Washington Post, oltre ad alcuni giornalisti indipendenti, ma per fortuna il 58% del pubblico si è espresso positivamente e Musk li ha riammessi tutti sulla piattaforma.

Così ha approfittato dello stesso metodo per lanciare un altro sondaggio, anzi una provocazione: “Dovrei dimettermi come capo di Twitter? Mi atterrò ai risultati di questo sondaggio”. Il 57,5%, ovvero 10 milioni di utenti, ha votato a favore delle dimissioni di Elon Musk dalla carica di CEO di Twitter a sole otto settimane dall’acquisizione dell’azienda per 44 miliardi di dollari. Questo risultato ha spinto Musk a replicare “Mi dimetterò da CEO non appena troverò qualcuno così sciocco da accettare il lavoro! Dopodiché, gestirò solo i team software e server”.

A quanto pare Elon Musk vuole davvero dimettersi e, secondo alcune previsioni riportate dal Financial Times, tra i candidati ideali ci sarebbero: Sheryl Sandberg, ovvero l’ex direttrice operativa di Meta, oppure Sarah Friar, già CEO di Nextdoor e direttrice finanziaria della società di pagamenti Block.

Scoprire cosa succederà in casa Twitter è già un ottimo motivo per aspettare il 2023 con ansia!

Instagram chiude l’anno con tante novità

Come chiudere l’anno se non con un bel Recap del 2022? Proprio così, anche Instagram ha deciso di ricordare i momenti più belli e significativi dell’anno che sta volgendo al termine. Con il Recap 2022 sarà possibile realizzare Reel con i contenuti migliori dell’anno, praticamente una sorta di Spotify Wrapped!

Per ottenere il proprio recap è sufficiente creare un nuovo Reel, cliccare sulla voce “Modelli” e selezionare il template preferito tra quelli disponibili. Dopodiché basterà scegliere una serie di foto o video, per un massimo di 14… Et voilà, il riassunto del 2022 è pronto per diventare già nostalgia!

Ma le sorprese non finiscono qui: sul blog di Meta sono state annunciate anche altre features, come Notes e i Profile Groups.

Notes è la funzione a metà tra Twitter e Snapchat e consiste nel creare note di massimo 60 caratteri da condividere con i follower o con gli “amici più stretti” attraverso i DM. La particolarità è che, così come le stories, anche le Notes saranno visualizzabili solo per 24 ore e il destinatario potrà rispondere solo entro questo lasso di tempo.

Il senso di Instagram Notes? Comunicare ai contatti più fidati in modo rapido e semplice, senza disturbare nessuno (e non è roba da poco!).

Per quanto riguarda i Profile Groups, invece, nascono dall’idea di trovare un modo per collaborare e connettersi ai propri amici tramite dei gruppi. Su Instagram è già possibile condividere contenuti con più amici in un’unica chat, mentre ora è in programma la funzione che permette di condividere post e stories in un profilo dedicato e condiviso con chi si vuole

In sostanza: i contenuti pubblicati sul profilo di gruppo verranno condivisi solo con i membri del gruppo, piuttosto che con tutti i propri follower.

Insomma, Instagram chiude l’anno con una parola chiave: condivisione (ma solo in senso stretto, anzi strettissimo)!

TikTok spiega cosa c’è dietro il suo algoritmo

Tutti pronti con i regali di Natale e TikTok ne ha preparato uno per noi: svelare come vengono selezionati i video nella sezione Per te!

Proprio così, TikTok ha deciso di rendere il suo algoritmo più trasparente possibile, annunciando una nuova funzione che permette agli utenti di capire in base a quale criterio vengono scelti i video della sezione personalizzata.

Basterà cliccare su un’icona per accedere a un elenco di motivi per cui l’algoritmo consiglia proprio quel contenuto: interazioni passate, account seguiti, post pubblicati di recente, oppure trend di riferimento di una determinata area geografica. Già nel 2021 un’inchiesta del Wall Street Journal svelava che anche il tempo passato a visualizzare un video (indipendentemente dall’interazione) rientrava tra i criteri con cui i contenuti vengono consigliati nella home.

La verità è che TikTok non ci sta facendo nessun regalo di Natale: la decisione di rivelare i dettagli sul suo algoritmo è una conseguenza della crisi di immagine pubblica che l’app cinese sta subendo negli Stati Uniti, dove alcuni stati ne hanno addirittura proibito l’uso.

E così pur di non perdere di credibilità, il social cinese ha annunciato in un comunicato stampa che “Questa funzione è uno dei tanti modi in cui stiamo lavorando per offrire più trasparenza alle persone che usano la nostra piattaforma. In prospettiva, continueremo a espandere questa funzione per dare maggiore granularità e trasparenza al processo di suggerimenti dei contenuti”.

Il 2023 già promette bene!

Per quest’anno è tutto, per il prossimo appuntamento di Read&Go dovrete aspettare il 2023… Manca pochissimo!


Linda Colella

Content & Community Manager

Articoli correlati
Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

Meglio vendere su Amazon oppure avere il proprio eCommerce proprietario?

10 Food Trend per il 2022 tra post-pandemia e nuova normalità.

10 Food Trend per il 2022 tra post-pandemia e nuova normalità.

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Facebook Advertising: conosci veramente le regole di Mark?

Dicci cosa ne pensi su...

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    1
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?

    MagillaGuerrilla s.r.l.

    Palazzo Aldrovandi
    Via Galliera 8 - Int. 22 - 40121 Bologna (BO), Italy
    P.I. – C.F. 03157711205 - REA BO 496758 - C.S. € 13.500
    Tel. +39 051 221872

    Privacy policy - Cookie policy - Impostazioni cookie

    Magilla | Il pollice opponibile del marketing