Seguici

I VENERDÍ DI MAGILLA: QUANDO LA CREATIVITÀ INDIVIDUALE SI TRASFORMA IN CONTENUTO

La vita in agenzia è una corsa contro i tempi e tutti sanno bene che, spesso, la comunicazione aziendale è quella che ne risente di più. Sono infatti molte le occasioni in cui questa viene messa in un angolino, nell’attesa di un po’ di respiro.

Si tenta spesso di gestire la comunicazione di agenzia con i migliori propositi, secondo una linea editoriale ben precisa, sviluppando con una certa continuità quella rubrica il cui argomento era stato deciso durante riunioni di almeno due secoli addietro… Ma poi arrivano le urgenze da risolvere, le consegne impellenti, ed ecco una nuova deadline, lì che spicca sul calendario in un bel colore rosso acceso, e che necessita di tutta la nostra attenzione.

È quindi senz’altro rimane corretto darsi un certo tono su LinkedIn, illustrare i casi studio che sono stati affrontati, intavolare discussioni e registrare podcast sui temi più caldi del digital marketing, ma perché in questo periodo buio non staccare anche un po’ la spina con qualche contenuto fuori dall’ordinario e realizzato a più di quattro mani? Come poter dare libero sfogo a fantasia e creatività?

Prima di passare a raccontarvi come Magilla ha affrontato la questione, vorrei lasciarvi qualche spunto di riflessione su cosa significhi effettivamente il termine “creatività”. A queste personalissime visioni siamo giunti internamente a seguito di brainstorming:

Definito quindi il comune intento di voler dare spazio alla libera creatività per realizzare un filone comunicativo leggero, rimaneva da decidere come procedere a livello operativo.

E allora, qual è il social in cui tutto diventa possibile? Quello in grado di mettere d’accordo tutti (e che la maggior parte dei professionisti del digital sa utilizzare)?

Ovviamente nostro amato profilo Instagram aziendale!

A questo punto, abbiamo optato per una sorta di Instagram takeover, che ha permesso a tutti i dipendenti dell’agenzia di partecipare in egual misura all’attività di creazione di contenuti.

Premetto che non siamo tutti creator in egual misura, e tantomeno influencer, anzi… non lo siamo affatto! E la nostra intenzione non era nemmeno quella di candidarci agli “IG Nobel” – evento che non ha nulla a che vedere con i premi Nobel per Instagrammers (si tratta di una manifestazione che premia gli autori di ricerche strane, divertenti e assurde).😊

In compenso, sappiamo ballare, cantare e raccontare storie, tanto che qualcuno di noi il potenziale andrebbe sfruttato come stella nascente. Per farla breve, se all’inizio vedevamo la sfida come uno scoglio insormontabile, passo dopo passo abbiamo saputo tirare fuori il meglio di noi.

Ma partiamo dall’inizio.

I venerdì di Magilla sono stati inaugurati dalla sottoscritta. Fortunatamente, oserei dire, perché per il bene di tutti non ho dovuto cantare.

Chiamatemi della vecchia scuola, ma sono convinta che chi fa della scrittura il proprio lavoro, deve necessariamente nutrire la mente con i libri più variegati. Siccome amo leggere tantissimo, ho pensato di unire la mia passione a consigli per letture nell’ambito del digital marketing, per allontanarci da quegli schermi ai quali ci ritroviamo costantemente incollati.

Perdonatemi se non ho saputo strapparvi un sorriso, ma spero di avervi dato piuttosto alcuni spunti utili alla vostra formazione.

Andrea, il nostro content editor, ci ha permesso di spaziare con la fantasia alla ricerca di qualcosa di non ancora inventato. Attività che, oltrepassato da un pezzo il ventunesimo secolo, non siamo davvero più abituati a fare. Giusto per darvi un’idea, in agenzia ci piacerebbe davvero disporre di un orologio che blocca il tempo quando ne abbiamo troppo poco.

Le nostre Performance Manager e Account Nicoletta ed Elisabetta, invece, hanno proposto efficaci rimedi per affrontare le richieste di overposting, ed altrettanti consigli su come prepararci al rientro al lavoro post natalizio, che sia smart o meno.

Per farvi ridere forse anche più del dovuto, sono intervenute le stories di Carlo, il nostro performance manager. Avevate idea di quanto può essere difficile la vita di chi gestisce l’adv dei clienti, soprattutto quando la mamma ti assilla quotidianamente per farti inviare il curriculum alle Poste?

Effettivamente, dubito che qualcuno dei nostri genitori abbia anche solo una vaga idea di che cosa facciamo in ufficio dalle 9.00 alle 18.00. Ma passiamo oltre.

Paolo, la nostra fonte inesauribile di filtri Instagram e gattini adatti ad ogni occasione, ci ha deliziati mostrandoci i filtri più strambi dell’Instagram.

Alessandra, la nostra nuova recluta appassionata di TikTok, ha voluto farci scoprire ogni aspetto di questo social, dal numero degli iscritti alle previsioni di utilizzo nel futuro. Ma la coreografia, esattamente… dove l’ha caricata? A quanto pare, non lo sapremo mai e temo proprio che per questa volta, nessuno di noi la vedrà ballare.

Sara, Project Manager e campionessa di freddure, ha preparato una serie di caricature che più azzeccate non si poteva.

Marco, dopo essersi interrogato su quanto fosse azzeccato un certo motivetto allegro, ha optato per mostrare la sua anima più metal, mentre Simone ha ideato simpatici neologismi da smart-working.

Mario, il nostro fidato UX Designer, ci ha guidati passo dopo passo nella creazione di un sito: insieme a lui abbiamo definito che prodotto o servizio ci sarebbe piaciuto vendere, scelto il font giusto, la palette di colori adeguata, fino alla dimostrazione del risultato finale. Se credi davvero che questa volta il Comic-Sans l’abbia fatta franca, sei in alto mare.

Un’altra stella nascente del trap italiano l’abbiamo scovata nella figura di Matteo. Per oltre una settimana non abbiamo fatto altro che canticchiare un certo motivetto. Che viene tuttora ampiamente citato come riferimento nelle varie conversazioni di gruppo.

E poi c’è stato il nostro Francesco, grafico-illustratore. Nessuno di noi conosceva le sue doti nascoste da programmatore di videogiochi così, inaspettatamente, in una fredda mattina del mese di gennaio, ci siamo ritrovati tutti virtualmente bloccati in ufficio cercando di scovare il nascondiglio delle chiavi. Se vuoi giocare anche tu e correre il rischio di rimanere intrappolato in Magilla, il gioco è ancora disponibile qui. Ti consigliamo di provarlo da mobile.

Con la sua perspicacia, Claudia ha colto subito lo spirito di Magilla in fase di prevendita, e anche Marco, Data Analyst appena salpato a bordo, è riuscito con pochi scatti a creare un racconto strappalacrime.

Ancora non sono riuscita a convincerti? Dai, corri a vedere le nostre raccolte di stories #MagiFriday su @magilla_agency! Ti assicuro che una tira l’altra!

Articoli correlati
Content Creation Mobile First

Content Creation Mobile First

Digital Advertising: come spenderai il tuo budget nel 2020?

Digital Advertising: come spenderai il tuo budget nel 2020?

Come vendere on line dopo il COVID-19?

Come vendere on line dopo il COVID-19?

Vuoi saperne di più?

Oppure scrivici

    1
    Dichiaro di aver letto e di accettare la privacy policy presente sul sito ed autorizzo inoltre il trattamento dei miei dati personali secondo la Sezione 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003 art. 13 del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (EU) 679/16 (GDPR).
    Iscriviti alla nostra newsletter

    Vuoi conoscerci meglio?

    Sai cos'è MegaBite?